Contatto: +41 22 366 93 67
schliessen

Il cancro al seno

Le cause del cancro

Le patologie oncologiche sono dovute ad alterazioni del corredo genetico cellulare. Alcuni fattori possono favorire tali mutazioni e rivestono un ruolo importante nella comparsa del cancro:

  • il processo naturale di invecchiamento
  • lo stile di vita (alimentazione non sufficientemente varia, sedentarietà, tabagismo, consumo d’alcol)
  • fattori esterni (virus, agenti inquinanti, tabagismo passivo, raggi ultravioletti)
  • ereditarietà o predisposizione genetica

Quando è necessario consultare uno specialista?

Molto spesso, il cancro al seno non provoca alcun sintomo, anche per molto tempo. In base al tipo di tumore, possono trascorrere diversi anni prima che raggiunga una dimensione palpabile (Ø 1 cm circa).

Per aiutarvi a vederci più chiaro, ecco un elenco dei sintomi che possono indicare un’anomalia e che necessitano di un consulto presso uno specialista:

  • noduli, generalmente indolori, o indurimenti nell’area del seno
  • alterazioni della pelle (infiammazione, rossore, pelle a buccia d’arancia)
  • depressione o rigonfiamento della pelle (principalmente nella regione dei capezzoli)
  • alterazioni dei capezzoli (infiammazione)
  • improvvisa differenza di dimensioni tra i due seni
  • secrezioni dai capezzoli (salvo durante la gravidanza o l’allattamento)
  • ingrossamento delle ghiandole linfatiche nel cavo ascellare / sotto la clavicola / a lato dello sterno
  • perdita di peso ingiustificata

Screening: diverse modalità radiologiche

La mammografia è una radiografia del seno che consente di individuare tumori di dimensioni estremamente ridotte molto prima che questi diventino palpabili o che si manifestino mediante altri sintomi. È possibile effettuare l’esame singolarmente o nell’ambito di un programma di screening organizzato a livello cantonale, con controllo di qualità obbligatorio.

Il ricorso sistematico e periodico alla mammografia di screening è raccomandato per migliorare le possibilità di guarigione e l’aspettativa di vita delle donne colpite dal cancro al seno. La fascia d’età inclusa nel programma cantonale di screening si situa tra i 50 e i 70 anni.

Diagnosi: Mammografia e altri metodi

Sono disponibili svariati metodi radiologici per indagare un’anomalia al seno (nodulo alla palpazione, deformazione, dolore):

  • la mammografia, esame che impiega raggi X, consente di individuare eventuali anomalie
  • l’ecografia, esame con utilizzo di ultrasuoni, specifica e conferma la mammografia
  • la RMI, tecnica di imaging medico con visualizzazione in 2D e 3D, consente un’analisi più affinata di certe lesioni laddove la mammografia non fornisca opzioni di interpretazione o nel caso in cui l’esito della palpazione non sia in linea con l’imaging; l’esame non è invasivo e non espone a radiazioni
  • l’esame con PET-CT consente di individuare un tumore cancerogeno e/o metastasi e di monitorarne l’evoluzione

Nel caso in cui l’esame radiologico evidenzi un’anomalia, la biopsia al seno consente di formulare una diagnosi certa. L’indagine può essere effettuata durante la mammografia, con guida ecografica o con RMI.

Il Tumor Board: garanzia di una diagnosi efficace

Presso il Centre du Sein GSMN, un gruppo di discussione multidisciplinare, il Tumor Board, si riunisce una volta la settimana. Esso si compone di uno specialista per ciascuna delle discipline coinvolte: ginecologo, chirurgo senologo, radiologo, oncologo, radio-oncologo, chirurgo plastico e ricostruttivo, anatomopatologo, psichiatra, fisioterapista e infermiere di riferimento per il cancro al seno. Durante gli incontri viene discusso il quadro clinico di ogni paziente per definire la strategia di screening, formulare una diagnosi certa o decidere congiuntamente le opzioni terapeutiche migliori (chirurgia, radioterapia, trattamento sistemico ecc.).

Il Tumor Board del Centre du Sein GSMN si riunisce tutti i martedì, dalle 17.15 alle 19.00. I medici che desiderano presentare un caso, sono pregati di contattarci al numero +41 22 366 93 67 o di inviare un’e-mail a centredusein@swissmedical.net.

Il secondo parere

Il secondo parere non è un atto di sfida nei confronti del professionista sanitario: serve a migliorare l’informazione fornita a ciascuna paziente affinché possa, attraverso una conoscenza esaustiva del caso, acconsentire o meno al trattamento proposto (VD: Legge sulla sanità pubblica (LSP) del 29 maggio 1985 e Legge sulle misure di supporto e di integrazione per le persone portatrici di handicap (LAIH) del 10 febbraio 2004). Si tratta di una prassi corrente seguita, in tutta spontaneità, anche dai medici del Centre du Sein GSMN.

Trattamenti su misura

Il cancro al seno assume caratteristiche specifiche in ciascuna paziente. Inoltre che si tratti di chirurgia, radioterapia, chemioterapia, ormonoterapia o altri approcci terapeutici mirati, il trattamento è definito su base individuale e il percorso di cura viene personalizzato in base al caso specifico. Definita nell’ambito dell’incontro multidisciplinare, la proposta terapeutica indica il trattamento da praticare e la rispettiva tempistica. In ogni caso il medico vi spiegherà in dettaglio le opzioni idonee alla vostra patologia e l’infermiere di riferimento per il cancro al seno vi affiancherà nel corso del trattamento.

Proponiamo alle nostre pazienti i seguenti trattamenti (per maggiori informazioni si veda il nostro opuscolo «Cancro al seno: dalla diagnosi al trattamento»):

Gli approcci terapeutici vengono adeguati con regolarità ai numerosi progressi in corso. Grazie alla collaborazione tra il Centre du Sein GSMN e gruppi di ricerca all’avanguardia, le nostre pazienti hanno accesso a tutti i farmaci approvati per la categoria «cancro al seno» non appena questi ottengono l’approvazione all’uso. In alcuni casi può trattarsi anche di farmaci proposti nell’ambito di studi sottoposti a vigilanza da parte delle autorità federali e cantonali.

A capo del vostro percorso terapeutico dalla A alla Z

Nelle unità del Centre du Sein GSMN, il vostro percorso terapeutico in 5 tappe si avvale di un dispositivo personalizzato di gestione e di cura.

Tappa 1: contatto con il medico specialista in sede di primo consulto in seguito alla comparsa di sintomi clinici che necessitano di esami complementari.

Tappa 2: diagnosi fondata sui risultati dell’imaging medico, dell’analisi citologica e del prelievo di sangue. Il tipo di patologia viene quindi stabilito con precisione. Determinati prelievi possono essere ripetuti per esami più approfonditi. Viene quindi definita la migliore strategia terapeutica.

Tappa 3: affinamento della diagnosi, illustrazione dei benefici e degli effetti secondari dei trattamenti proposti in accordo con i vari specialisti. Si tratta di decidere insieme a voi il trattamento più idoneo alla vostra condizione e di raccogliere il vostro consenso. Vi forniamo quindi un piano di cura personalizzato che precisa le diverse fasi del trattamento. Il piano può evolvere in base ai risultati di determinati esami.

Tappa 4: messa in atto di diversi trattamenti combinabili in base a una strategia individuale.

Tappa 5: follow-up dopo il trattamento e le cure, in collaborazione con i medici specialisti del Centre du Sein GSMN e il vostro medico personale.